Guida agli Swatch da collezione: quali sono, i più rari, quotazioni

Ebbene sì, la mania degli Swatch da collezione è arrivata anche su Portobello-Road e come potevamo esimerci? Chi tra voi non ha mai avuto uno Swatch alzi la mano! Ci immaginiamo che pochi di voi l’abbiano alzata, quella mano, è molto più probabile che siate partiti con i ricordi o che abbiate dato un’occhiata al vostro polso o a quello di vostra figlia che magari ha ereditato un Flik Flak.

 

Facciamo però un passio indietro. Il nome Swatch deriva dalla contrazione di “second” e “watch”, proprio ad indicare un orologio differente rispetto a tutti quelli in giro fino a quel momento, e deve la sua fortuna all’audace Nicolas Hayek, patron della Swatch Group. La prima collezione di 12 modelli Swatch è stata presentata a Zurigo nel 1983: l’obiettivo era di 1 milione di pezzi per il primo anno e di 2,5 per il secondo, ma già alla fine del terzo anno i pezzi venduti arrivano a 20 milioni, nel 1988 superano i 50 e infine nel 1991, uno degli anni più floridi per la casa produttrice svizzere, viene raggiunto il traguardo di 100 milioni.

 

Se si paragonano gli Swatch ad altri orologi, il costo relativo alla produzione è dell’80% inferiore grazie all’automazione utilizzata per l’assemblaggio e alla riduzione a 51 componenti. L’ottima resistenza all’acqua chiude il cerchio su un prodotto destinato a raggiungere e a riscontrare il consenso del grande pubblico.

 

Il picco di popolarità viene raggiunto a metà degli anni 80 quando gli Swatch spopolano sul mercato statunitense grazie a una serie di Swatch Stores dedicati. È davvero il periodo della Swatch-mania dove va di moda portarne due al polso o dove vengono addirittura utilizzati per legare i capelli a coda di cavallo. Negli stessi anni la casa svizzera ha un’idea geniale: associare gli orologi ad artisti famosi per creare dei veri Swatch da collezione. Tra i nomi più noti troviamo Keith Haring, Jean-Michel Folon, Sam Francis, Pierre Alechinsky e Mimmo Paladino che danno così un nuovo spessore a quello che fino ad allora era stato solo un accessorio per giovani.

 

Oggi possiamo distinguere 7 macro categorie di modelli:

  • Swatch Original, tutti gli orologi in plastica dal 1983 fino ad oggi;
  • Swatch Skin, piati, piattissimi! Sono quasi una seconda pelle;
  • Collezione Lusso, una linea in edizione limitata venduta solamente nei negozi di lusso;
  • Confezione speciale, questi orologi rientrano a pieno titolo nei modelli da collezione vuoi per la confezione particolare, vuoi perché prodotti in edizione limitata in un solo paese o in occasione di un evento;
  • Swatch Irony, distinti dagli altri per essere fatti in alluminio o acciaio (ne esistono di tantissimi tipi);
  • Swatch Beat, la svolta digitale con design fantasiosi e funzionalità in più;
  • Swatch Speciali, gli orologi da collezione per eccellenza: ogni anno la casa svizzera crea edizioni limitate grazie a collaborazioni con artisti o con eventi mondiali (per esempio i Giochi Olimpici).

 

Ma quali sono i nomi degli orologi Swatch da collezione più rari?

A voi una classifica di quelli che a oggi sono i 10 pezzi più cari e ricercati tra gli Swatch da collezione:

 

KIKI PICASSO_swatch

Kiki Picasso

1. KIKI PICASSO Il Kiki Picasso è il più costoso e il più ricercato dai collezionisti tra gli orologi Swatch. Creato nel 1985 per la collezione primavera-estate, è stato realizzato in soli 140 esemplari, ognuno di colore diverso, che oggi valgono la bellezza di 20.760 euro ciascuno.

 

2. ANDREW LOGAN JELLYFISH Dello stesso anno e della stessa stagione, ma con un notevole calo nel valore del pezzo singolo, abbiamo al secondo posto il Andrew Logan Jellyfish. Nonostante il prezzo “più basso” di 9.460 euro è però in assoluto uno dei più originali mai prodotti.

ANDREW LOGAN JELLYFISH_swatch

Andrew Logan Jellyfish

 

 

 

3. OIGOL ORO È una edizione limitata del 1986, in soli 120 esemplari, disegnato da Mimmo (Domenico) Paladino, classe 1948, artista, pittore, scultore e incisore italiano. Oigol Oro e ha oggi un valore pari a 9.450 euro. Sul sito della Swatch viene descritto come un ospite spiritoso e ben vestito a cena. Il quadrante è un classico riferimento al Faust e mostra l’immagine di una creatura curnuta con un tridente rosso ad indicare, in modo lievemente ironico, il tempo.

 

OIGOL ORO_swatch

Oigol Oro

 

4. FUNKY KEITH HARING SPECIAL EDITION In realtà questi sono 4, di orologi: Modele Avec Personnages (GZ100), Serpent (GZ102), Milles Pattes (GZ103) e Blanc sur Noir (GZ104), tutti ideati da Keith Haring. La firma dell’artista riesce a far sprigionare tutta l’essenza degli anni 80 da 4 piccoli quadranti di pochi centimetri. Prodotti nel 1985, un esemplare è stato recentemente venduto all’asta per 4.600 dollari. Il quadrante riporta la firma di Keith Haring.

 

FUNKY KEITH HARING SPECIAL EDITION_swatch

Funky Keith Haring Special Edition

 

 

GZ 999W ‘VELVET UNDERGROUND’ 1985_swatch

Velvet Underground

 

5. GZ 999W VELVET UNDERGROUND 1985 Prezzo 2.850 euro. Si scende sul valore di mercato attuale ma rimane comunque alta la particolarità di questo pezzo. Swatch da da collezione per eccellenza, alimentato al quarzo e impermeabile fino a 3 bar. Faceva parte della collezione special edition ladies.

 

 

6. DIAPHANE ONE CARROUSEL TOURBILLION 2001 Questo Swatch con corpo in plastica e alluminio, racchiude un’opera di alta orologeria: il Carrousel Tourbillion, un particolare meccanismo (il Tourbillion) inventato da Abraham-Louis Breguet e brevettato nel 1801 che trova una valida alternativa più economica nel Carrousel. È stato prodotto in soli 2.222 pezzi di cui 222 erano una edizione limitata per la Place Vendome a Parigi. Ha raggiunto picchi di 8.000 euro ma oggi il suo valore attuale si aggira sui 1.100.

 

DIAPHANE ONE CARROUSEL TOURBILLION 2001_swatch

Diaphane One Carrousel Tourbillion

 

7. COMPU-TECH ORIGINAL Le lancette sono rosse, gialle e verdi su uno sfondo grigio. Questo orologio è dotato di una cassa e di un cinturino in plastica ed è resistente all’acqua fino a circa 3 bar. Il modello giallo è più raro di quello nero che tendenzialmente si aggira intorno ai 1.000 euro.

‘COMPU-TECH’ ORIGINAL_swatch

Compu-Tech Original

 

 

8. SIR LIMELIGHT Questo orologio Swatch è stato rilasciato in edizione limitata nel Natale del 1985. Faceva parte della collezione natalizia per uomo e si tratta di un orologio elegante con un quadrante nero e i numeri in contrasto con cristalli colorati. Ha avuto un discreto successo ma oggi il suo valore è stimato attorno ai 900 euro.

SIR LIMELIGHT_swatch

Gent Special; 1985 FallWinter; None

 

 

9. THE AMERICAN Questo Swatch da collezione è dotato di un calendario inglese ed è realizzato completamente in plastica. Dispone anche di movimento svizzero al quarzo ed è impermeabile fino a 3 bar. Ha un valore di circa 900 euro come il precedente ma mentre il Sir Limelight spicca per finezza ed eleganza questo sfoggia colori accesi stelle e strisce!

THE AMERICAN_swatch

The American

 

 

 

 

 

10. DON’T BE TOO LATE È l’ultimo della nostra lista: prezzo 800€ ma si trovano offerte ormai molto più basse online date dal fatto che i pezzi rimasti intonsi dalla fabbrica sono ormai pochi.

DON’T BE TOO LATE_swatch

Don’t Be Too Late

 

 

I nostri 10 Swatch da collezione sono per lo più orologi classici e hanno un proprio mercato di nicchia popolato da appassionati di Swatch e collezionisti di orologi unici.

Infine, extra classifica ma di notevole interesse per l’argomento, una delle collezioni di Swatch più complete al mondo, che ripercorre l’eccezionale storia di Swatch, è stata venduta a Hong Kong nel 2011 alla cifra di 5.650.000. È stata chiamata la Blum Collection ed è il risultato di una forte passione che per molti anni ha spinto lo svizzero Peter Blum e sua moglie Linda a collezionare orologi Swatch fin dai primissimi modelli.

Questa la notizia data al tempo dalla Swatch Group.

 

Ultime News

La mia prima macchina: ecco tutte le regole per i neopatentati

Vediamo quali sono le principali prescrizioni da seguire per i neopatentati

Perché scegliere Portobello Road? La parola a Moira

Scegliere Portobello-Road significa ricevere la dedizione e l’entusiasmo di quel sabato di luglio del 1980 insieme a l’innovazione e ...

Portobello-Road consiglia: i mercatini dell'antiquariato e del collezionismo del mese di luglio

Torniamo a curiosare tra le piazze toscane e della provincia di La Spezia per scovare quello che vi accade nel mese di luglio!

Entra nella tua area privata!